Una settimana lungo la Strada dei Vini d’Alsazia

La Strada dei Vini d’Alsazia dispiega il suo itinerario fatato lungo 170km dal nord al sud dell’Alsazia. Apprezzate questo itinerario mitico, al vostro ritmo, secondo le vostre voglie e le vostre soste.

(12)
  • DurataUna settimana
  • Mezzo di trasportoMacchina
  • Distanza172 km

PRIMO GIORNO: DA WISSEMBOURG A CLEEBOURG, PERCORRIAMO IL VIGNETO PIÙ SETTENTRIONALE D’ALSAZIA

Breve giro al nord dell’Alsazia per una prima sosta a Wissembourg. Situato alle porte del Parco Naturale Regionale dei Vosgi del Nord, venite a scoprirvi il suo gioiello di architettura gotica: l’Abbaziale Saint-Pierre-et-Saint-Paul, rinomata per il chiostro, l’affresco monumentale e le vetrate.

Partite quindi alla scoperta del vigneto storico di Cleebourg, le cui prime vigne furono piantate nell’VIII secolo. Vi sono rappresentati tutti i vitigni alsaziani. Li potrete vedere percorrendo il sentiero viticolo: Sylvaner, Pinot Bianco Auxerrois, Riesling, Pinot Nero, Pinot Grigio, Moscato e Gewürtzraminer. Terminate la giornata ad Hunspach, villaggio insignito del bollino «più bei villaggi di Francia» e resterete incantati dalla vista delle sontuose case con le facciate a graticcio nere e bianche.

SECONDO GIORNO: DA MARLENHEIM AD OBERNAI, CAMMINIAMO LUNGO I CIRCUITI DI BACCO

Conosciuta per i vini bianchi, l’Alsazia annovera anche un vitigno color ciliegia, il Pinot Nero. Marlenheim, Saint Léonard e ovviamente Ottrott fanno parte delle località alsaziane che lo coltivano tradizionalmente. A Marlenheim, percorrete i sentieri dei circuiti di Bacco per immergervi nella dolcezza di vivere dei dintorni. Visitate Molsheim, feudo di Ettore Bugatti e dei suoi prestigiosi veicoli: ogni anno, un festival rende omaggio a questo leggendario costruttore di automobili. Per terminare la giornata in bellezza, fate una sosta a Rosheim. Ammiratene il notevole patrimonio architettonico, tra cui la chiesa Saints-Pierre-et-Paul, capolavoro dell’arte romanica alsaziana.

TERZO GIORNO: DA OBERNAI A DAMBACH-LA-VILLE, CORTEGGIAMO LE BELLE CITTÀ VITICOLE

Visitate l’incantevole borgata di Obernai in cui sarete ammaliati dal campanile, dalle mura e dall'architettura cavalleresca. Fate una sosta a Barr, capitale viticola del Basso Reno. Sul fianco della collina, Mittelbergheim vi invita a scoprire uno dei «più bei villaggi di Francia», mentre Andlau e il suo castello vi fanno viaggiare nel tempo. Dambach-la Ville, villaggio raggomitolato tra le vigne, chiude questa incantevole tappa.

QUARTO GIORNO: DA DAMBACH-LA-VILLE A RIBEAUVILLÉ, ASSAPORIAMO LA DOLCEZZA DI VIVERE DEI VILLAGGI VITICOLI

In questa parte della Strada dei Vini d’Alsazia, le graziose borgate viticole usufruiscono dell’ombra dei castelli sovrastanti. Gli argini dall’Aubach a Scherwiller, segnati da 70 lavatoi, invitano a belle passeggiate. Lungo la strada, scegliete quale torre preferite tra la Torre delle Streghe di Châtenois o la Torre delle Cicogne di Saint-Hippolyte. Terminate la giornata visitando Bergheim, città adorna di mille fiori, prima di arrivare alla medievale Ribeauvillé, che ogni anno accoglie una delle più antiche feste d’Alsazia: la festa dei menestrelli, musicisti e saltimbanchi.

Château Saint-Ulrich - Ribeauvillé©Tristan Vuano

QUINTO GIORNO: DA RIBEAUVILLÉ A KAYSERSBERG, COLLEZIONIAMO LE PERLE DEL VIGNETO

Iniziate tranquillamente la giornata a Ribeauvillé, passeggiando lungo le stradine dal fascino medievale. I più coraggiosi potranno salire fino alle vestigia dei castelli che sovrastano la città. Prendete poi il sentiero del vigneto che raggiunge Hunawihr, insignito del bollino «più bel villaggio di Francia». Andate poi verso Riquewihr, le cui case pittoresche e le facciate colorate sono un perfetto scenario da cartolina. Terminate l’escursione a Kaysersberg, punto illuminato sulla Strada dei Vini d’Alsazia. Il villaggio vi sorprenderà per il fascino medievale.

SESTO GIORNO: DA COLMAR A ROUFFACH, SEGUIAMO UNA TERRA DI VIGNE E DI CASTELLI

Colmar, la capitale dei Vini d’Alsazia, è una tappa immancabile della vostra escursione. Resterete ammaliati dalla Piccola Venezia e dai suoi canali romantici, nonché dai numerosi tesori patrimoniali, tra cui la famosa Collegiata Saint-Martin. Alle porte di Colmar, riprendete la strada che fugge nel vigneto. A strapiombo, il maestoso Castello di Hohlandsbourg e i tre castelli di Eguisheim vegliano sulla Strada dei Vini d’Alsazia. Numerosi villaggi tipici segnano il percorso: Niedermorschwihr, e le sue incantevoli stradine fiorite, Eguisheim, e la celebre festa del vino, oppure ancora Turckheim e la sua tradizione del guardiano notturno.

SETTIMO GIORNO: DA ROUFFACH A THANN, FACCIAMO ROTTA PER LA STRADA DEI VINI DEL SUD ALSAZIA

Iniziate dolcemente la giornata a Rouffach, dove potrete assaporare l’anima del vigneto seguendo i sentieri «Grandi Vini» o i circuiti di scoperta. Proseguendo sulla Strada dei Vini d’Alsazia, scoprite Soultzmatt, che immersa nelle vigne accoglie un music-hall dalla rivista degna degli spettacoli parigini!

Partite poi alla scoperta del vigneto di Guebwiller. Si tratta dell’unico comune d’Alsazia ad annoverare 4 Grandi Vini classificati nel suo territorio. Il vostro viaggio termina a Thann, con la scoperta del Rangen, il vigneto più meridionale e più in pendenza d’Alsazia.

Ti è piaciuto?

Dai un voto, la tua raccomandazione è preziosa.

Grazie per aver votato!

(12)